appena posso ti porterò un fiume

appena posso ti porterò un fiume di gole sconfitte dal silenzio
e strapperò i quaderni del pianto proprio lì, accanto alle persiane
a ridosso della luna che mostra i suoi seni di cemento
eri dello stesso colore dei sogni a piazza Castello
ora un bianconero ci ha resi univoci
ricordi la neve di collina quella bucata dai fiori?
tu poesia io vento
e quell’enorme arcangelo che ci indicava la culla
Questa voce è stata pubblicata in 2011. Contrassegna il permalink.

4 risposte a appena posso ti porterò un fiume

  1. morfea ha detto:

    questa tua è una meraviglia…per cuore e pancia.

  2. sebastiano ha detto:

    è meraviglia chi riesce a leggere dentro Taravella, e tu sei meraviglia!

  3. cristina bove ha detto:

    “tu poesia io vento
    e quell’enorme arcangelo che ci indicava la culla”

    cb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...