(di noi)

da sincronie naturali sono mossi i corpi nelle strettoie del mattino
già pieno dei tuoi profumi, dei si appena schiusi e come i bianchi rotti delle calle
colti dalla mia bocca avida, da questo volersi senza misura
contemplata resurrezione della carne, attimo e giorno, silenzio e preghiera
genesi miracolosa continua del bacio, fecondazione dei nuovi si, necessità di noi
-guardiamoci intorno- di noi
Questa voce è stata pubblicata in 2011. Contrassegna il permalink.

2 risposte a (di noi)

  1. Sylvia P. ha detto:

    e un risveglio di rami
    colti nell’azzurro instabile del primo cielo
    matura l’odore di legno
    dei comodini attaccati alle dita
    quando la notte si capovolge ai piedi
    del letto sfatto-di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...