(dal tuo arrivo dentro le mie cose)

come talco sbuffato si spande la presenza
di preghiera e carne scardinata poesia
e una nuova scia allarga le finestre al tuo ritorno
quando stella non v’è al par di sguardo
disinnescato inganno riparo eventuale
si fermano luci nuove dal tuo arrivo
intorno e dentro le mie cose

 

Questa voce è stata pubblicata in 2011. Contrassegna il permalink.

3 risposte a (dal tuo arrivo dentro le mie cose)

  1. nugae11 ha detto:

    “….si fermano luci nuove dal tuo arrivo
    intorno e dentro le mie cose.”
    La parola-visione ,l’attitudine poetica non è forse la coscienza della necessità ontologica del sogno, vale a dire di continuare a sognare sapendo di sognare?

  2. 00chicca00 ha detto:

    sì una chiusa di grande bellezza, che raccoglia quella presenza come talco sbuffato1
    ma proprio bella
    chicca

  3. Angel Greco ha detto:

    ciao Seb! vedi? sono venuta a cercarti..a fermarmi sulle tue parole, a sentirle..davvero belli questi versi, che mi portano dentro le tue cose, appunto…complimenti ed un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...